Biking on the snow – imprese off limits

Sabato 3 Febbraio 2018: temperature polari e vento gelido… ma non si rinuncia alla bici. Che giro facciamo? Ma ovvio, il giro della Forcella! Detto, fatto. Partenza alle 8:00 da Recco si prosegue per Rapallo, Chiavari, Carasco, ma poco prima di imboccare la SP586 della Val d’Aveto la maggior parte dei ciclisti decide di cambiare itinerario. Solo Massimo, Pietro, Agostino, Denis, Marco, Massimiliano svoltano a destra con decisione. La neve compare già a 6 chilometri dallo scollinamento del Passo della Forcella, ma non scoraggia nessuno… i nostri proseguono intrepidi pedalando di buona lena. Sulla Forcella breve sosta per il ricongiungimento, foto di rito per documentare l’impresa e… giù a capofitto verso Parazzuolo. Passato il paese ecco la svolta a sinistra per il Passo della Scoglina. Il vento gelido cerca di bucare le mantelline, ma nessun lamento di ode nel gruppo che viaggia compatto e silenzioso accompagnato solo dal fruscìo dei copertoncini sull’asfalto ghiacciato. Superato il passo si scende ancora per qualche chilometro con temperature vicine allo zero, poi l’asfalto incomincia ad essere asciutto, l’aria si fa leggermente meno pungente e un’esclamazioni si leva nel gruppo: “Ce l’abbiamo fatta!”. Un’altra giornata di grande ciclismo, un’altra avventura da incorniciare!

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *