Obertraun (Austria), Oltrepò Pavese e Isola d’Elba nel week-end del BCGP

12-13 Maggio 2018: week-end di grandi soddisfazioni per i nostri atleti ad iniziare dalla convocazione nella Nazionale Italiana Juniores di Dario Cherchi che avrebbe dovuto esordire nella categoria Junior (perchè l’esordio in Nazionale era già avvenuto nel 2015 quando correva nella categoria Esordienti) a Obertraun in Austria nelle Junior Series (la Coppa del Mondo della categoria), grandi prestazioni anche nella Granfondo dell’Oltrepò Pavese e all’isola d’Eba nella Capoliveri Bike Marathon Nazionale.

Obertraun (Austria)

Dario Cherchi (con la semi-ingessatura al braccio sinistro) augura buona fortuna ai compagni di nazionale

In virtù delle ottime prestazioni che ha messo in mostra fin dall’inizio della stagione in molte gare internazionali, Davide Cassani, su indicazione del CT della squadra MTB Mirko Celestino, aveva convocato Dario Cherchi per la gara di Obertraun in Austria. Purtroppo la sfortuna era in agguato e il nostro Dario ha avuto un infortunio, abbastanza serio, sabato durante le prove del tracciato e non ha potuto correre la gara di domenica 13 maggio. A Dario i complimenti di tutta la società per lo straordinario livello raggiunto coronato dalla chiamata in Nazionale e un grosso in bocca al lupo di pronta guarigione affinchè possa presto riprendere a gareggiare e a competere ai livelli che ormai gli sono abituali.

Granfondo Oltrepò Pavese

 Salice Terme (PV), Domenica 13 maggio: Granfondo Valli d’Oltrepò by Rodman 2018, in barba alle previsioni meteo e ai gufi, si è svolta con un clima e meteo ottimali la granfondo di Salice Terme, una manifestazione che in questo 2018 ha dato il via ad un nuovo corso, con percorsi e comitato organizzatore rinnovati, rispetto al passato. Un applauso ci sembra dovuto proprio nei confronti di un’organizzazione che non vede solo un sodalizio promotore, ma diverse società coinvolte, oltre ad appassionati e volontari. Granfondo Valli d’Oltrepò by Rodman 2018 è stata anche la terza prova del challenge Coppa Piemonte Enervit e al via non potevano mancare gli atleti del BCGP.

Roberto Foppiano e Luca Canessa

Prestazioni di grande rilievo con Roberto Giannini che si classifica al 116° posto e 2° nella categoria SGA nella Mediofondo, gara conclusa da 568 concorrenti. Eccezionale la prestazione di Luigi Crovetto che si classifica 41° assoluto nella Granfondo. Sullo stesso percorso segnaliamo il 103° posto assoluto di Gianluca Damassi, il 200° e 201° rispettivamente di Luca Canessa e Roberto Foppiano e il 209° di Sergio Bianchi. Ottimi risultati in una competizione dura che è stata conclusa da circa 300 concorrenti. Bravi ragazzi! La società è fiera di voi!

 

Capoliveri Bike Marathon

Capolveri (LI), Domenica 13 maggio: dopo la kermesse di venerdì, che ha riscosso grande successo, è arrivato il momento clou, la Capoliveri Legend Cup, organizzata dalla Capoliveri Bike Park in collaborazione con il Comune di Capoliveri, una vera perla tra le gare italiane. Un percorso duro ma allo stesso tempo esaltante, con discese mozzafiato e passaggi panoramici straordinari. La gara, oltre che prova UCI Marathon Series, anche quest’anno era marathon nazionale e prova del Marathon Tour della FCI, con un percorso di 80 km e oltre 3.000 metri di dislivello, parzialmente rivisto rispetto all’edizione 2017. Al via tutti i top team italiani, che hanno dato vita a una gara degna di un campionato nazionale, e a contrastarli il Topeak Ergon del campione del mondo, l’austriaco Alban Lakata e il suo compagno Krisrian Hynek. Oltre a loro era presente il DMT Racing Team con Tiago Ferreira e Hans Beckinger tanti altri top riders. Alle 8.00 le griglie sono già affollate e gli speaker Fabio Cecchi e Paolo Malfer hanno avuto  il loro bel da fare per annunciare ed intervistare tutti i prestigiosi nomi al via, il tutto seguito anche dalla diretta streaming, che ha coperto tutta la gara con molteplici collegamenti dal percorso commentati da Fabio Balbi e Tiziano De Cristoforo. Alle 8.30 la partenza, con il folto groppo che attraversa il centro di Capoliveri a velocità controllata, fino al raggiungimento del chilometro zero. Subito una lunga salita a fare la selezione, prima in asfalto e poi sterrata, salita che culmina al gpm della garitta, dove i primi a transitare sono Tiago Ferreira (DMT Racing Team) e al femminile Mara Fumagalli (Focus Xc Italy Team). Al passaggio alla discesa dell’Asta al comando transita il campione europeo Alexey Medvadev, seguito a ruota dal campione italiano Juri Ragnoli, poi Hynek con a breve distanza tutti i migliori. Al 15° chilometro di gara, dopo la miniera del vallone, al comando transita Leonardo Paez, seguito da Ragnoli, il campione italiano XC Gerhard Kerschbaumer e Medvedev. Dopo 25 km di gara, all’uscita del nuovo single track “Al Baroccio”, al comando passa ancora Paez, seguito da Kerschbaumer, Ragnoli, Medvedev, Michele Casagrande, Roel Paulissen, Francesco Casagrande e Cristiano Salerno. Al comando della gara femminile transita la lituana Katazina Sosna, seguita a una trentina di secondi da Mara Fumagalli e poco dietro Elena Gaddoni, più staccate Jessica Pellizzaro e la campionessa italiana Maria Cristina Nisi. Al 55° km, sulla spiaggia di Naregno, al comando è Kerschbaumer con a ruota Ragnoli. Il gruppo si ricompatta lungo la salita che riporta a Capoliveri per il passaggio al mitico “Muro della Leggenda”, al 60° km di gara, con un trio al comando, guidato da Ragnoli, con Paez e Francesco Casagrande, pochi metri dietro è Kerschbaumer. Poco dietro transitano Medvedev, Paulissen e Salerno. Il duro finale di gara non risparmia le sorprese. Paez attacca e solo Ragnoli regge al ritmo del colombiano, ma nel tentativo di rientrare sulla testa spende troppe energie, che gli mancheranno nel finale. Paez giunge così solitario al traguardo con il tempo di 3 ore 40’ e 50”. Dopo poco meno di un minuto il colpo di scena, Ragnoli si presenta sul rettilineo finale ma negli ultimi metri viene rimontato da Francesco Casagrande e Medvedev, con il campione italiano deluso che si deve accontentare della quarta posizione. Anche nella gara femminile avvengono dei capovolgimenti. Katazina Sosna, al comando per quasi tutta la gara, viene saltata prima da Elena Gaddoni e poi da Mara Fumagalli, che chiudono nell’ordine. Quarta piazza finale per Maria Cristina Nisi seguita da Jessica Pellizzaro. In una gara di questolivello tiime le prestazioni dei nostri: Andrea Rizzo (279°), Mario Indelicato (282°), Vittorio Canevello (364°) e Stefano Barbagelata (485°). Purtroppo non abbiamo foto dei nostri atleti e riportiamo la classifica ufficiale della manifestazione:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *